Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Informativa estesa cookie

OK Informativa estesa cookie

Lo Schiaccianoci

Direttore: Alessandro Ferrari

Spettacolo terminato

Il balletto

Musica di Pëtr Il'ič Čajkovskij

Balletto in due atti di Amedeo Amodio dal racconto di E.T.A. Hoffman "Schiaccianoci e il Re dei Topi"

 

Coreografia e regia Amedeo Amodio
Direttore Alessandro Ferrari
Scene e costumi Emanuele Luzzati
Ideazione ombre Teatro Gioco Vita
Realizzazione ombre L’asina sull’Isola
Voce (registrata) Gabriella Bartolomei
Luci Marco Policastro
Assistente alla coreografia Stefania Di Cosmo

 

Interpreti principali:
Ashley Bouder, Andrew Veyette (New York City Ballet) - 14,15,16,17 (sera) dicembre

Anbeta Toromani, Alessandro Macario - 17 e 18 dicembre (spettacoli del pomeriggio)

 

Produzione Daniele Cipriani Entertainment

Corpo di ballo Daniele Cipriani Entertainment

 

Orchestra del Teatro Verdi

 

__________________________________________________

DURATA DELLO SPETTACOLO: 2 ore e 30 minuti circa

PRIMO ATTO: 1 ora e 10 minuti ca.

 INTERVALLO: 20 minuti ca.

 SECONDO ATTO: 55 minuti ca.

__________________________________________________

Sintesi scenica

 

PRIMO ATTO
La canzone dell’orologiaio
Drosselmeier
24 dicembre
Ombre, Clara bambina, Fritz, giocattoli, soldatino, tre uomini della neve, Topo gigante, Drosselmeier
La festa
Clara bambina, Fritz, Drosselmeier, La madre, il padre, i nonni-poltrona,  gli invitati
Ombre - La fiaba della noce dura
Arlecchina, Soldatino, i nani, Schiaccianoci burattino
L’incubo
Ombre, Clara bambina, i topi, la Regina dei topi
La battaglia dei topi
Ombre, Fritz, il soldatino
La trasformazione di Schiaccianoci
Schiaccianoci Principe, Clara
La Neve
La Regina della neve, I fiocchi di neve
L’inizio del viaggio
Clara, Schiaccianoci, Drosselmeier

INTERVALLO

SECONDO ATTO
Il viaggio di Clara e Schiaccianoci
I birilli, Drosselmeier, Clara, Schiaccianoci, Ombre
Danza spagnola
Danza araba
Danza cinese
Danza russa
Mirlitoni
Circo
Valzer dei fiori
Drosselmeier e la bambola, Quattro coppie
Grand pas de deux
Clara, Schiaccianoci Principe
Finale
Tutti
Il nipote di Drosselmeier
Clara, Drosselmeier, il Nipote - Schiaccianoci

Personaggi e interpreti

 

Clara Ashley Bouder (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30)
           Anbeta Toromani (17/XII ore 15.00, 18/XII)
Schiaccianoci Andrew Veyette (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30)
                          Alessandro Macario (17/XII ore 15.00, 18/XII)
Drosselmeier Valerio Polverari (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30)
                         Umberto De Santis (17/XII ore 15.00, 18/XII)
Clara Bambina Giulia Neri
Fritz Emilio Barone (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30)
         Francesco Moro (17/XII ore 15.00, 18/XII)
Madre Giulia Olivieri
Padre Ferdinando De Filippo
Arlecchina Elisa Aquilani (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30)
                    Tomo Muranaka (17/XII ore 15.00, 18/XII)
Soldatino Sergio Chinnici (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30)
                  Gabriele Togni (17/XII ore 15.00, 18/XII)
Burattino Schiaccianoci Pietro Valente
Tre uomini della neve
Francesco Moro, Gabriele Togni (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30)
Davide Bastioni, Alessandro Pulitani (17/XII ore 15.00, 18/XII),
Pietro Valente
Ombre
per l’Asina sull’Isola: Katarina Janoskova e Paolo Valli
Topo gigante - uomo orologio Mauro Vizioli
Invitati alla festa
Donne
Andrea Caleffi, Silvia Accardo, Lucrezia Bellamaria,
Susanna Elviretti, Elena La Stella, Yasmine Mechergui, Sabrina
Montanaro, Martina Pasinotti
Uomini
Davide Bastioni, Luca Carannante, Emanuele Chiesa,
Francesco De Stefano, Marco Fagioli, Marco Lo Presti, Valerio
Marisca, Alessandro Pulitani
Regina della neve Andrea Caleffi (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30)
                                  Silvia Accardo (17/XII ore 15.00, 18/XII)
Fiocchi di neve
Silvia Accardo (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30),
Andrea Caleffi (17/XII ore 15.00, 18/XII), Elisa Aquilani,
Lucrezia Bellamaria, Valentina Chiulli, Susanna Elviretti,
Bianca Gradassi, Ilaria Grisanti, Elena La Stella, Noemi Luna,
Yasmine Mechergui, Simona Mirarchi, Sabrina Montanaro,
Tomo Muranaka, Giulia Olivieri, Martina Pasinotti, Micaela Viscardi
Danza spagnola
Silvia Accardo, Martina Pasinotti, Gabriele Togni.
Danza araba
Susanna Elviretti - Umberto De Santis (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30)
Andrea Caleffi - Marco Lo Presti (17/XII ore 15.00, 18/XII)
Danza cinese
Sabrina Montanaro (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30),
Francesco De Stefano
Danza russa
Sergio Chinnici, Francesco Moro, Pietro Valente,
Ilaria Grisanti (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30)
Valentina Chiulli (17/XII ore 15.00, 18/XII)
Mirlitoni
Emilio Barone (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30)
Bianca Gradassi, Tomo Muranaka,
Valerio Marisca (17/XII ore 15.00, 18/XII)
Circo
Cristiano Colangelo, Marco Fagioli, Giulia Neri
Valzer dei fiori
Bambola Susanna Elviretti (14, 15, 16 /XII, 17/XII ore 20.30)
Sabrina Montanaro (17/XII ore 15.00, 18/XII)
Donne
Elisa Aquilani, Andrea Caleffi, Valentina Chiulli,
Yasmine Mechergui
Uomini
Davide Bastioni, Emanuele Chiesa, Marco Lo Presti,
Ferdinando De Filippo

Argomento

 

PRIMO ATTO
È la vigilia di Natale.
Drosselmeier, padrino di Clara e Fritz, recita la canzone dell’orologiaio. Clara e Fritz, intanto, attendono con trepidazione l’arrivo del Natale e dei doni: si addormentano e vengono trasportati nel mondo dei sogni. Arrivano gli ospiti, portando doni in scatole che ai due bambini sembrano enormi e sorprendenti. Drosselmeier, per animare la festa, racconta la fiaba della noce dura Krakatuk: “C’erano una volta un re e un regina che avevano una splendida bambina, la principessa Pirlipat. Un giorno, mentre la regina madre stava preparando un delizioso pranzo per il suo regale consorte, la Regina dei topi, Mauserinks, e la fitta schiera dei suoi fedeli, mangiarono tutto il lardo che sarebbe servito ad insaporire il pasto. Il re si infuriò moltissimo e, su consiglio dell’orologiaio di corte, il signor Drosselmeier, fece mettere in trappola tutti i topi. Solo Mauserinks riuscì a salvarsi e giurò vendetta.
Infatti, una notte, nonostante le tante balie e i tanti gatti messi a custodia della bellissima Pirlipat, la regina dei topi si avvicinò alla culla e rese la bambina mostruosa…”. Clara è molto impressionata dal racconto, ma Drosselmeier, per non turbare la gioiosità della serata, lo interrompe e passa a mostrare i suoi regali: Arlecchina, il Soldatino e uno Schiaccianoci, automi meccanici, così perfetti da sembrare veri. Lo Schiaccianoci, in particolare, attira l’attenzione dei fratellini che litigano, se lo strappano di mano fino a che Fritz, indispettito, lo rompe. Drosselmeier, allora, dopo averlo riparato, decide definitivamente che lo Schiaccianoci dovrà essere custodito e curato da Clara. La bimba, felice, presenta il suo nuovo amico alla sua bambola e gioca con loro, quando, all’improvviso, insoliti fruscii e squittii, strane presenze si aggirano per la stanza: topi. Clara è presa da una sorta di spavento misto a curiosità e stupore: i giocattoli di Fritz si animano e cominciano a combattere contro gli invasori: il suo Schiaccianoci è il più coraggioso di tutti e, alla testa dell’esercito dei giocattoli, sconfigge i topi.
Fuori comincia a nevicare: Clara si affida al suo nuovo coraggioso compagno di gioco, lasciandosi trasportare lontano, a cavallo.

SECONDO ATTO
Il viaggio di Clara e Schiaccianoci prosegue e, nel frattempo, Schiaccianoci racconta la sua storia: “… fu chiamato l’astronomo di corte che individuò il rimedio per guarire Pirlipat dal suo orribile aspetto. Era necessario trovare la noce dura Krakatuk, la noce più dura del mondo, e un giovane che fosse in grado di romperne il guscio con i denti, per donarne il gheriglio alla principessa. Per quindici anni l’astronomo e l’orologiaio di corte Drosselmeier girarono per il mondo alla ricerca della noce e del giovane. Passarono la Spagna, la Cina, la Russia, l’Arabia fino al Paese dove anche i fiori danzano. Trovarono alla fine la noce e anche il giovane che altri non era che il nipote dell’orologiaio… Il giovane Drosselmeier riuscì a rompere il guscio della noce Krakatuk, ma, mentre stava portando il gheriglio a Pirlipat, calpestò Mauserinks che, proseguendo la sua atroce vendetta, prima di morire, trasformò il bel giovane in un orrendo schiaccianoci”. Clara è affascinata, le sembra di vivere una favola della quale è la principessa e Schiaccianoci il suo giovane principe: bello, intrepido e coraggioso.
La festa di Natale sta volgendo
al termine: Clara si risveglia. Era stato un sogno. Viene nuovamente riportata alla realtà fatta di invitati, di doni e di danze. Ma, quando alla fine gli invitati se ne vanno e la bimba resta da sola ripensando al suo sogno e al suo giovane eroe, entra Drosselmeier accompagnato dal suo giovane nipote. Clara lo guarda e riconosce il suo amato Schiaccianoci.