Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Informativa estesa cookie

OK Informativa estesa cookie

"Sogno di una notte di mezza estate"

"Sogno di una notte di mezza estate"
domani, venerdì 14 luglio, al Castello di San Giusto alle 21.00
Questa mattina al Comune di Trieste
la conferenza stampa di presentazione dell'evento
che inaugura la programmazione al Piazzale delle Milizie del Castello di San Giusto.

 

Trieste, 13 luglio - Nell’ambito della programmazione estiva del Comune di Trieste, la Fondazione Lirica Giuseppe Verdi di Trieste, in collaborazione con il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, propone un concerto speciale e suggestivo, connubio di musica e teatro: Sogno di una notte di mezza estate (Ein Sommernachtstraum) Op. 61 di Felix Mendelssohn-Bartholdy da William Shakespeare per Soli, Coro, Voci recitanti e Orchestra.

Lo spettacolo, nell’incantevole cornice del Piazzale delle Milizie del Castello di San Giusto, sarà un graditissimo ritorno per il Teatro Verdi che da diversi anni non ha occasione di esibirsi nella stupenda location che sovrasta la città.

A dirigere l’Orchestra, il Coro femminile della Fondazione Lirica Giuseppe Verdi di Trieste e i due soprano solisti Rinako Hara e Momoko Nashitani, sarà Francesca Tosi, che il pubblico triestino ha recentemente apprezzato nella conduzione/narrazione delle "Lezioni d’Opera" presso la Sala Victor de Sabata Ridotto del Teatro Verdi.. 
Maestro del Coro del Teatro Giuseppe Verdi di Trieste da ottobre 2016, Tosi è originaria di Pietrasanta in provincia di Lucca; si è diplomata in pianoforte all’Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni di Livorno col massimo dei voti e ha ricevuto la menzione ad honorem sotto la guida del Maestro Daniel Rivera perfezionandosi contemporaneamente in musica da camera col Maestro Franco Rossi e in direzione d’orchestra col Maestro Piero Bellugi. Oltre a un’intensa attività da concertista solista, il Maestro Tosi ha inoltre collaborato con Direttori d’Orchestra quali Zubin Metha e Claudio Abbado.

Le parti soliste saranno affidate al soprano Rinako Hara, che ha debuttato in Italia proprio a Trieste lo scorso gennaio nel ruolo di Prima Dama in Die Zauberflöte e al soprano Momoko Nashitani, vincitrice di numerosi premi canori in Giappone, diplomata al College of Music di Osaka, città nella quale ha fatto anche il suo debutto sulle scene nel ruolo di Donna Anna in Don Giovanni.
Entrambe le cantanti sono impegnate in un periodo di alta formazione presso il nostro teatro grazie alle borse di studio messe a disposizione dalla prestigiosa Sawakami Opera Foundation di Tokyo ed entrambe si sono cimentate nell’interpretazione di Lauretta in Gianni Schicchi, in occasione della tournée regionale del Teatro Verdi di Trieste.

Sogno di una notte di mezza estate venne musicata da Felix Mendelssohn Bartholdy nel 1843 su commissione del re di Prussia Federico Guglielmo IV, quando Mendelssohn era appena diciassettenne. L'evento a San Giusto del 14 luglio andrà alla ricerca dell'origine più squisitamente teatrale di questa composizione, nata proprio come musica di scena.
Grazie alla collaborazione con il Teatro Stabile del Friuli Venezia Giulia, lo spettacolo darà spazio alla poesia e bellezza della celebre commedia shakespeariana con la partecipazione degli attori Adriano Braidotti, Ester Galazzi e Francesco Migliaccio della Compagnia del Teatro Stabile regionale, nucleo fisso d’attori che da due stagioni prende parte ai diversi momenti del nuovo progetto produttivo dello Stabile. Adriano Braidotti, Ester Galazzi e Francesco Migliaccio, ad esempio, sono stati recentemente gli applauditi protagonisti de “La domanda della regina” di Giuseppe Manfridi e Guido Chiarotti, per la regia di Piero Maccarinelli.

Per Sogno di una notte di mezza estate interpreteranno alcune pagine da Shakespeare, che permetteranno di godere appieno della magica e leggera atmosfera di questo capolavoro, in cui ai preparativi per le nozze fra il duca d’Atene Teseo ed Ippolita, si intrecciano la fuga nel bosco e le passioni contrastate dei giovani Elena, Lisandro, Ermia e Demetrio, e il bisticcio amoroso fra Titania, la regina degli elfi, e il re Oberon, che interviene nella trama aiutato dal suo fido Puck.

I successivi appuntamenti del Teatro Verdi al Castello di San Giusto saranno mercoledì 19 luglio, con un concerto sinfonico e venerdì 21 luglio con una serata dedicata all’operetta.
Tutti gli spettacoli al Castello prevedono posto unico a 8 €.

I biglietti sono acquistabili in prevendita presso le biglietteria del Teatro dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15.30 alle 19.00 e direttamente a San Giusto la sera dello spettacolo a partire dalle ore 20.00.