Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Informativa estesa cookie

OK Informativa estesa cookie

Sempre Verdi da 0 a 100 (e +)

La nuova Rassegna della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste si apre il 4 settembre con il ritorno sul palcoscenico di Provaci con l’operetta! ovvero La prova di un’opera seria

 

L’apertura della Stagione sinfonica della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste sarà preceduta, per la prima volta, dall’inizio della rassegna Sempre Verdi da 0 a 100 (e +), specificatamente ideata per avvicinare all’opera nuovo pubblico, adatta a tutti e a tutte le età.
“L’impegno della Fondazione per avvicinare i giovani e i meno assidui frequentatori dell’opera” – sottolinea il Direttore artistico Paolo Rodda - “è qualificato da questa rassegna annuale che, oltre alle già collaudate “Lezioni concerto” rivolte alle scuole di tutto il Friuli Venezia Giulia, completerà l’offerta musicale con la leggerezza delle fiabe e delle opere buffe.
La Stagione Sempre Verdi da 0 a 100 (e +) si apre martedì 4 settembre (alle 20.30) con il ritorno di Provaci con l’operetta! ovvero La prova di un’opera seria di Francesco Gnecco, farsa in un atto dell’Abate Giulio Artusi, con inserti tratti dall’operetta Il Pipistrello di Johann Strauss jr. Un allestimento della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, che vedrà l’Orchestra, il Coro e i tecnici del teatro impegnati in rappresentazioni ogni giorno e in orari diversi (dal 4 al 9 settembre) e in due repliche nel mese di ottobre (info su http://www.teatroverdi-trieste.com/), proprio per dare l’opportunità a ogni tipo di pubblico di poter assistere allo spettacolo.
Tra gli altri allestimenti proposti da questa nuova Stagione, spiccano Il Castello incantato di Marco Taralli, nuova commissione della Fondazione in prima assoluta (ispirata al Castello di Miramare di Trieste), il Gianni Schicchi, opera comica in un atto di Giacomo Puccini, La serva padrona, intermezzo in due parti di Giovanni Paisiello e il Bastiano e Bastiana, singspiel in un atto di Wolfgang Amadeus Mozart in un nuovo allestimento della Fondazione.
Si ricorda che la biglietteria del Teatro Verdi ha riaperto oggi (martedì 28 agosto): è possibile confermare il proprio abbonamento per la Stagione Sinfonica e la Stagione Lirica e del Balletto e richiedere variazioni di posto. Sono disponibili anche i moduli per le richieste di nuovi abbonamenti.