Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Informativa estesa cookie

OK Informativa estesa cookie

Sempre più Verdi da 0 a 100… & Più 2019/2020

La Rassegna della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste
si apre il 3 ottobre con il ritorno sul palcoscenico de
Il Castello Incantato di Marco Taralli

Presentazione mercoledì 2 ottobre, alle ore 16.30

La rassegna Sempre più Verdi da 0 a 100… & Più 2019/2020, che la Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste programma per avvicinare all’opera nuovo pubblico, adatta a tutti e a tutte le età, sarà presentata alle scuole con un evento aperto al pubblico mercoledì 2 ottobre, alle ore 16.30 presso la Sala Victor de Sabata del Teatro Verdi.

La Stagione Sempre più Verdi da 0 a 100… & Più, cinque titoli di opere in un atto programmati da ottobre 2019 sino a giugno 2020, si apre giovedì 3 ottobre (doppia rappresentazione, alle 11.00 e alle 17.00 e repliche fino all’11 ottobre) con il ritorno de Il Castello Incantato, meravigliosa favola musicale in un atto di Marco Taralli, liberamente tratta da “Il Soldatino di Stagno” di Hans Christian Andersen, uno spettacolo che, nel solco della tradizione italiana, fatta di cantabilità e incontro con il pubblico, sa restituire l’incanto della favola in musica.

Un allestimento della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, in coproduzione con la Fondazione Teatro Comunale di Modena. Maestro Concertatore e Direttore Takayuki Yamasaki, Regia e scene di Francesco Esposito, Regista di ripresa Morena Barcone, Maestro del Coro Francesca Tosi. Con l’Orchestra, il Coro e i Tecnici della Fondazione insieme a Selma Pasternak, Paolo Ciavarelli, Motoharu Takei, Cler Bosco, Andrea Binetti, Elena Sabas, Silvia Pasini ed Elena Serra.

Si proseguirà dal 13 ottobre al 5 novembre con Le nozze di Leonardo di Antonio Pofi, un’opera in un atto dedicata alla figura di Leonardo da Vinci nel cinquecentesimo della scomparsa. Una nuova commissione della Fondazione affidata al compositore Antonio Di Pofi, libretto di Giuseppe Manfridi e Guido Chiarotti, un nuovo allestimento con l’Orchestra, il Coro e i Tecnici del Verdi. Leonardo raccontato dalle voci di Beatrice d’Este (Miriam Carsana), Cecilia Gallerani (Tonia Langella), Isabella d’Aragona (Claudia Urru), Macinella (Ilaria Zanetti) e, soprattutto, da Bernardo Bellincioni (Nicolò Ceriani) in una scenografia creata da 4 DODO che darà risalto al genio creativo del grande Maestro. Maestro Concertatore e Direttore Andrea Certa, Regia di Morena Barcone, Scene Federico Cautero per 4 DODO, costumi di Andrea Binetti.

Questa Stagione proseguirà nel 2020 con Mozartiade (ovvero Bastiano e Bastiana) di Wolfgang Amadeus Mozart (dal 22 gennaio al 1 marzo), Pasticci a Trieste (ovvero La prova di un’opera seria) di Francesco Gnecco (dal 18 marzo al 17 aprile) e Arlecchinata di Antonio Salieri (dal 14 maggio al 27 giugno), produzioni che saranno messe in scena nella Sala Victor De Sabata in nuovi allestimenti della Fondazione.

Tutti gli spettacoli hanno la durata di circa un’ora e il costo del biglietto intero è pari a 10 euro; ridotto under 18 e scuole 5 euro.

Previsto un abbonamento per i cinque spettacoli ad un costo pari a 30 euro.

Informazioni e prenotazioni per le scuole: promozione@teatroverdi-trieste.com – tel. 040 6722210

Informazioni prenotazioni e Vendita: boxoffice@teatroverdi-trieste.com - numero Verde 800 898 868.