Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Informativa estesa cookie

OK Informativa estesa cookie

L’Opera Lirica nel Circuito ERT con Gianni Schicchi

Tre date in maggio per la produzione del Teatro Verdi di Trieste
L’Opera Lirica nel Circuito ERT con Gianni Schicchi
La tournèe presentata in conferenza stampa nella sede della Regione

 

GIANNI SCHICCHI
Opera lirica in un atto di Giacomo Puccini

SACILE – TEATRO ZANCANARO
Mercoledì 17 maggio – ore 21

LATISANA – TEATRO ODEON
Venerdì 19 maggio – ore 21

MONFALCONE – TEATRO COMUNALE
Martedì 23 maggio – ore 21

 

Udine – Dopo quasi quindici anni l’Opera Lirica ritorna nel circuito dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia, grazie alla collaborazione con la Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi e al sostegno della Regione FVG. Tre saranno gli appuntamenti in maggio nel territorio regionale con Gianni Schicchi, opera in un atto di Giacomo Puccini su libretto di Giovacchino Forzano: mercoledì 17 maggio al Teatro Zancanaro di Sacile, venerdì 19 maggio al Teatro Odeon di Latisana e martedì 23 maggio al Teatro Comunale di Monfalcone. Tutte e tre le serate avranno inizio alle ore 21.

La collaborazione tra gli Enti e i tre appuntamenti in programma vengono presentati alla stampa lunedì 8 maggio alle 12.15 nella Sala Svevo della sede udinese della Regione FVG alla presenza dell’Assessore regionale alla Cultura Gianni Torrenti, del Presidente dell’ERT Alessandro Malcangi, del Direttore dell’ERT Renato Manzoni e, per la Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi, del Sovrintendente Stefano Pace, del Direttore Generale Antonio Tasca e del Direttore Artistico Paolo Rodda.

“L’Opera lirica fa parte di quell’immenso patrimonio culturale e musicale italiano riconosciuto in tutto il mondo – l’Assessore Torrenti spiega così la genesi della collaborazione – e il progetto vuole riavvicinare il pubblico del Friuli Venezia Giulia a questo genere, attraverso la produzione di un’eccellenza della nostra regione”.
Come detto, la Lirica mancava nel circuito ERT dalla stagione 2003/2004, quando venne presentata, sempre a cura del Verdi, La serva padrona di Pergolesi.

Gianni Schicchi arriva a Sacile, Latisana e Monfalcone dopo il successo ottenuto al Teatro Verdi di Trieste lo scorso febbraio con l’Orchestra del Teatro Verdi diretta dal M° Takayuki Yamasaki e un cast artistico di ottimo livello, in cui spicca il talento scenico e buffo di Giovanni Guarino nel ruolo del titolo. La messa in scena, per la disinvolta e divertente regia di Carlo Antonio De Lucia, è realizzata nell’allestimento della Kitakyūshū City Opera, istituzione teatrale giapponese fra le più affermate e riconosciute per l’impegno nella diffusione dell’Opera italiana.

La prima assoluta di Gianni Schicchi si tenne il 14 dicembre 1918 al Metropolitan di New York. Insieme alle opere Il tabarro, su libretto di Giuseppe Adami, e Suor Angelica, anche questa su libretto di Giovacchino Forzano, Gianni Schicchi è compresa nel Trittico di Giacomo Puccini ed è l’opera che da subito ha riscosso un grande successo, tanto da essere, contrariamente alle volontà del compositore, rappresentata anche separatamente dalle altre.
Il libretto è basato su un episodio del Canto XXX dell’Inferno di Dante (vv. 22.48) – autore molto amato da Puccini – che si ispira a un fatto realmente accaduto. Così la figura bizzarra di Gianni Schicchi del librettista Giovacchino Forzano e il tema dell’avidità degli eredi attirano l’attenzione del compositore lucchese.
Questa composizione è un’opera divertente che necessita di nove solisti nei diversi registri vocali. Il tratto ironico viene espresso attraverso le sfumature sia delle voci sia dell’orchestra.
Nel caso della produzione del Teatro Verdi la regia è stata curata da Carlo Antonio De Lucia, regista che negli ultimi anni si è dedicato soprattutto all’attività internazionale, con rappresentazioni in tutto il mondo; tra i suoi lavori più recenti, Nabucco alla Stagione Lirica Tradizionale di Lecce, e La bohème al Teatro Grande di Pompei, ripresa e distribuita in oltre 100 Paesi; attualmente De Lucia è Direttore Artistico della Stagione Lirica Tradizionale di Lecce.

Tutte le serate saranno arricchite anche dall'esecuzione di brani musicali di Ottorino Respighi (Antiche danze ed arie; dalla Suite n° 1: Villanella) e Giacomo Puccini (Crisantemi - Minuetto n° 2), eseguiti dall'Orchestra del Teatro Verdi.

Maggiori informazioni al sito www.ertfvg.it

 

 

(immagini: conferenza stampa del 08/05/17)