Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Informativa estesa cookie

OK Informativa estesa cookie

Concerto di Capodanno al Teatro Verdi di Trieste

Mercoledì 1 gennaio, ore 18.00

con l’Orchestra della Fondazione diretta dal Maestro Fabrizio Maria Carminati
Solisti Béatrice Uria Monzon (soprano) e Stefan Milenkovic (violino),
con la partecipazione di Zi Zhao Guo e Motoharu Takei, tenori, Nicolò Ceriani, baritono, Stefano Paradiso, basso, Kimika Yamagiwa, mezzosoprano.

Si rinnova l’appuntamento beneaugurale con il Concerto di Capodanno della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi di Trieste, in programma mercoledì 1 gennaio 2020, alle ore 18.00, (si ricorda che la prevista matinée è stata annullata per ragione operative), con l’Orchestra diretta dal Maestro Fabrizio Maria Carminati, il Coro direttore dal Maestro Francesca Tosi e i Tecnici del Verdi. Solisti Béatrice Uria Monzon (soprano) e Stefan Milenkovic (violino), con la partecipazione di Zi Zhao Guo e Motoharu Takei, tenori, Nicolò Ceriani, baritono, Stefano Paradiso, basso, Kimika Yamagiwa, mezzosoprano.
In programma musiche di Johann Strauss, Die Fledermaus (Il pipistrello) Ouverture; Camille Saint-Saëns, Introduction et Rondò capriccioso in la min. op. 28 per violino e orchestra (solista Stefan Milenkovic); Christian August Sinding, Suite im alten Stil op. 10 in la minore per violino e orchestra (solista Stefan Milenkovic); Gioachino Rossini, Ouverture dall’opera La Cenerentola; Wolfgang Amadeus Mozart, Madamina, il catalogo è questo dall’opera Don Giovanni (basso Stefano Paradiso); Ruggero Leoncavallo, Coro delle campane dall’opera Pagliacci; Pietro Mascagni , Voi lo sapete, o mamma dall’opera Cavalleria Rusticana (soprano Béatrice Uria Monzon); Pietro Mascagni, Coro e Brindisi dall’opera Cavalleria Rusticana (tenore Zi Zhao Guo mezzosoprano Kimika Yamagiwa); Francesco Cilea, Io son l’umile ancella dall’opera Adriana Lecouvreur (soprano Béatrice Uria Monzon); Giuseppe Verdi Pace, pace mio Dio dall’opera La forza del destino (soprano Béatrice Uria Monzon); Giuseppe Verdi Brindisi dall’opera Otello (tenori Zi Zhao Guo e Motoharu Takei baritono Nicolò Ceriani); Georges Bizet, Seguidilla dall’opera Carmen (soprano Béatrice Uria Monzon); Freddy Mercury, Bohemian Rhapsody per violino ed archi (solista Stefan Milenkovic); Georges Bizet Habanera dall’opera Carmen (soprano Béatrice Uria Monzon).