Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la nostra Informativa estesa cookie

OK Informativa estesa cookie

Rinnovata la convenzione per altri tre anni con la Kitakyūshū City Opera

Rinnovata per altri tre anni, fino a luglio 2022, la convezione con la Kitakyūshū City Opera nell’ambito della sempre più intensa attività internazionale della Fondazione Teatro Lirico Giuseppe Verdi. L’accordo è stato sottoscritto a Trieste dal Direttore Generale della Fondazione, Antonio Tasca, e dal Presidente della Kitakyūshū City Opera, Gudo Hasui.

Il Verdi rinnova quindi il suo legame con il Giappone e si conferma interlocutore privilegiato del Paese del Sol Levante.
L’accordo prevede l’allestimento della Turandot per le Olimpiadi del 2020 e l’ospitalità a Trieste della compagnia nipponica per consentire agli artisti di conoscere il modello produttivo del nostro teatro e di approfondire la tradizione operistica italiana.

Oltre all’attività internazionale, la Fondazione conferma il suo impegno sul territorio regionale, con l’allestimento a Pordenone della Carmen, a ottobre 2019, e con la proposta di un concerto sinfonico, a maggio 2020.